editore o self?

Editori e Self publishing: scelte a confronto

Cosa scegliere: casa editrice o self publishing? Ecco una domanda che, prima o dopo, molti aspiranti scrittori si sono posti durante la loro carriera.

Diciamolo subito: non esiste una risposta univoca valida per tutti.
Vero è che qui a Extravergine d’autore ci occupiamo di promuovere il self publishing, ma non per questo rinneghiamo il ruolo importante detenuto dalle case editrici nella diffusione della cultura e della buona letteratura.

Quando un autore si trova quindi a dover decidere come pubblicare un libro, ecco che gli si aprono davanti diverse strade, ognuna con i propri vantaggi e svantaggi. In questo video andremo ad analizzare proprio queste differenze, così da aiutarti a compiere con più consapevolezza questa scelta.

In questa tabella trovi riassunte le differenze salienti spiegate durante il filmato: è una prima bussola per indirizzarti verso la strada per te migliore, in vista della pubblicazione del tuo libro.
confronto-editori-self
Ti è stato utile? Fammelo sapere nei commenti! E se conosci qualcuno che potrebbe beneficiare come te di queste informazioni, perché non condividi con lui questo articolo?

3 thoughts on “Editori e Self publishing: scelte a confronto

  • Sonia Lombardo

    Messa così io sceglierei di corsa l’editoria tradizionale 😀

    Rispondi
    • Michel

      Beh, con un editore (quelli grandi almeno) la vita per certi versi è sicuramente più facile.
      Ma c’è da considerare un fattore che nell’articolo do per scontato: non sei tu a scegliere l’editore, è l’editore a scegliere te! 🙂

      Rispondi
  • Giulia Beyman

    Inserirei nella tabella altre due precisazioni. Per quanto riguarda la promozione: non è sempre vero che le grandi case editrici fanno tutto loro. Anzi. Hanno tantissimi autori da sponsorizzare, quindi dipende in quale posizione della loro lista ti ritrovi come scrittore… Ormai anche loro si aspettano un intervento molto attivo dell’autore nella promozione. Va detto, però, che il fatto che un libro sia pubblicato da una grande casa editrice è per molti lettori una garanzia e quindi richiama in automatico qualche vendita (non so quante) La seconda precisazione riguarda il pagamento delle royalties. Mi sentirei di poter dire che solo con il self-publishing le royalties non solo sono più alte, ma arrivano regolarmente, sul tuo conto in banca, ogni mese. I pagamenti della maggior parte delle case editrici sono ancora molto, molto, farraginosi. E questo fa una gran bella differenza. Ogni scelta di pubblicazione ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Personalmente, non disdegno nessuna delle due. Ma non credo che potrei vivere del mio lavoro di scrittura se non pubblicassi la maggiorn parte dei miei libri come autrice indipendente.

    Rispondi

Facci sapere cosa ne pensi...