app-per-appunti

Appunti per i tuoi scritti: 5 app essenziali

Scrivere è un arte che si coltiva. E buona pratica di questa coltura sta nel saper mettere da parte le buone idee quando arrivano. Ma anche le pessime, o quelle mediocri. Insomma è importante prendere appunti.
Ma probabilmente già lo sai e ti sforzi a farlo regolarmente, cerchi di catturare le idee ogni giorno e passi del tempo a registrare i tuoi pensieri. Ma il difficile, a volte, è trovare lo strumento migliore per prendere appunti.

Se sei uno scrittore, hai bisogno di un’app per prendere appunti su cui puoi fare affidamento. In questo modo puoi passare più tempo a sviluppare le tue idee e meno tempo ad aspettare che l’ispirazione arrivi.

Ma non preoccuparti, ho qui cinque delle migliori app e strumenti per prendere appunti digitali:

1. La tua macchina fotografica

Scattare una foto con uno smartphone è un ottimo metodo per catturare rapidamente informazioni.

Ti basta un dito sullo schermo del tuo smartphone, e ciò che stai guardando diventerà un richiamo immediato facile da leggere.

La maggior parte degli smartphone sono sincronizzati con il cloud, il che significa che le note (foto) vengono salvate su tutti i tuoi dispositivi. Anche se perdi il telefono.

Se sei utente iOS, puoi prendere in considerazione l’uso di Dayone che ti incoraggia a utilizzare la fotocamera insieme a note testuali per registrare e documentare i tuoi pensieri. Purtroppo, non esiste ancora una versione per Android.

I lati positivi:

  • Veloce
  • Probabilmente ce l’hai in tasca.

I lati negativi:

  • Può non essere adatto se preferisci solo scrivere
  • Dovrai prendere i tuoi appunti dalla tua galleria fotografica.

2. Simplenote

Simplenote è un’applicazione gratuita per le annotazioni con un suo affezionato seguito di fan. Ci sono versioni di Simplenote per iOS, Android e Windows. È inoltre possibile accedere a Simplenote attraverso un’applicazione web.

Simplenote si rivolge a coloro che vogliono scrivere e organizzare le note in modo testuale. Non permette contenuti multimediali e non è possibile conservare o archiviare pagine web. Funziona bene abbinata anche con la popolare applicazione di scrittura Scrivener.

È possibile categorizzare le note utilizzando i tag, che facilitano l’organizzazione e la ricerca delle stesse in un secondo momento, ed è ottima per prendere appunti durante le riunioni (se avete accesso a Internet).

I lati positivi:

  • Minimalista
  • Ampiamente supportato

I lati negativi:

  • Non è possibile catturare pagine web
  • Non molto utile per coloro che lavorano con i multimedia

3. Evernote

Evernote è una delle applicazioni di annotazione più popolare tra quelle oggi disponibili.

La sua fama è sicuramente dovuta al fatto che permette di catturare, organizzare e memorizzare quasi tutti i tipi di note digitali con il telefono, browser web o client desktop.

Evernote ha applicazioni per Android e iOS, nonché applicazioni desktop per Windows e OS X. Puoi anche accedervi attraverso un browser web e utilizzare diverse estensioni browser per aggiungere frammenti di pagine web nei tuoi appunti.

Catturare le idee per gli articoli che vuoi scrivere, linkare articoli di altri che ti interessano, salvare contenuti, memorizzare registrazioni audio e note fotografiche: in Evernote tutto questo è possibile.

E per 6,99€ al mese  è possibile sbloccare una serie di potenti strumenti aggiuntivi oltre che integrazioni con altre app.

I lati positivi:

  • Potenti funzioni di ricerca e tagging
  • Negozi multimediali

I lati negativi:

  • Lento sui dispositivi più vecchi
  • Versione Premium necessaria per l’accesso mobile offline e per gli utenti premium
  • Vedrai la potenza di Evernote solo se la usi per memorizzare tutte le tue note.

4. OneNote

OneNote è l’applicazione per prendere appunti di Microsoft. È intuitiva e sorprendentemente divertente da usare. Il punto di forza di OneNote è che rende più facile per le persone di un team condividere appunti digitali e collaborare tra loro.

È possibile utilizzare OneNote per conservare le note digitali, per creare elenchi di cose da fare e per archiviare gli articoli che si trovano online.

OneNote si integra con Outlook e le altre applicazioni di MS Office, e gestisce Excel, Word e altri allegati di MS Office meglio degli altri strumenti per prendere appunti.

Come Evernote, non è gratuito. Dovrai acquistare MS Office o abbonarti a Office 365.

I lati positivi:

  • Facile da usare
  • Funziona bene con MS Office

I lati negativi:

  • Meno utile se non si usa MS Office
  • Non è gratis

5. Google Keep

Google Keep è un’applicazione relativamente nuova per prendere appunti che si rivolge a persone che vogliono salvare rapidamente ciò che hanno in mente.

È gratuita, colorata e disponibile su molti dispositivi Android. Puoi usare Google Keep per prendere appunti e creare liste, che sono memorizzate su Google Drive.

Come Evernote, Google Keep supporta anche il riconoscimento delle immagini, consentendoti di convertire le immagini e i PDF in testo ricercabile.

Google Keep permette anche di prendere note vocali e di condividerle facilmente con i tuoi amici.

I lati positivi:

  • Colorato
  • Intuitivo

I lati negativi:

  • Più adatto a chi già utilizza i servizi Android/Google

Non dimenticarti carta e penna!

Ammettiamolo, è difficile battere la “app” carta e penna. È a buon mercato, è facilmente disponibile e funziona sempre. Non è necessario aggiornare o preoccuparsi della durata della batteria o delle password. È possibile portarla ovunque, e viene fornita in molti formati.

I lati positivi:

  • Minimalista
  • Non ha bisogno di un caricabatterie

I lati negativi:

  • Se perdi il tuo taccuino, perdi i tuoi appunti.
  • Difficile fare una ricerca per parola chiave.

Le tue note, la tua scelta

Tutte le app presentate fanno bene il loro lavoro. La scelta su quale usare è tua e si riduce alle preferenze personali e a come ti piace lavorare.

Qualunque app sceglierai, è importante che tu abbia un sistema affidabile per raccogliere le idee. Poi, ti serve un metodo: è indispensabile fare il punto e rivedere queste note regolarmente, lavorando su di esse prima di mettersi a scrivere.

In questo modo, puoi diventare uno scrittore più produttivo e creativo.

 

 

Facci sapere cosa ne pensi...