instagram-libri

Il tuo libro su Instagram:
7 consigli per esserci

Sì, lo so, gli scrittori usano le parole e Instagram, per eccellenza il regno dell’immagine, non sembra il social più adatto a promuoversi come autoeditori.

E invece no. Innanzitutto non è vero che Instagram è solo immagini, perché a ogni foto ci si possono aggiungere anche dei bei post di commento, ma soprattutto è un social in grande espansione, utilizzatissimo dai giovani, che quindi non può mancare tra le armi di marketing del self publisher professionale.

Ma come utilizzarlo in modo intelligente? Ecco alcuni semplici consigli per neofiti di Instagram!

1. Foto del libro

È ovvio, certo, e per questo è il primo consiglio: condividi la foto del tuo libro.

Mettilo nelle situazioni più disparate, magari contestualizzate al contenuto, vicino a un monumento, davanti al tuo cane. Insomma condividi l’immagine del tuo libro in tutte le salse che ti vengono in mente.

Se trovi il tuo libro in una libreria, uno scatto poi è assolutamente d’obbligo: i tuoi follower lo ameranno!

Potresti anche fare foto del making-off: mentre lo scrivi, mentre lo correggi, le bozze di copertina (potresti avere feedback interessanti per scegliere la migliore)…

2. Soggetti correlati

Di cosa parla il tuo libro? Tratta argomenti che possono essere trasmessi anche attraverso immagini? Se ad esempio è ambientato in una città di mare, qualche scorcio marino potrebbe essere ideale da pubblicare, meglio ovviamente se scattato da te (e se non sei un fotografo provetto stai tranquillo, i filtri di Instagram ti aiuteranno a rendere la tua foto memorabile)

Prendi in considerazione la possibilità di scattare fotografie dei luoghi che ti ispirano o del tuo spazio di scrittura. Le foto degli scrittori sono molto popolari su Instagram e permettono ai lettori di avere una connessione al tuo mondo privato creando così un legame ancora più forte tra autore e lettore.

3. Hashtag

All’inizio avevo sottovalutato gli hashtag, perché negli altri social non li avevo mai trovati particolarmente utili. Ma su Instagram è diverso: gli utenti di Instagram possono “seguire” un hastag proprio come si fa con un profilo e questo gli permette di trovare materiale in linea con i loro interessi.

Scopri quali hashtag utilizza il tuo mercato target così da poter raggiungere i lettori più facilmente. Se cerchi su Instagram (o piattaforme come websta.me) un hashtag, automaticamente ti verranno presentati più tag correlati che potrai utilizzare.

Puoi usare fino a trenta hashtag ma la maggior parte delle persone ne usa 5-10 per ogni fotografia. Ciò che sembra funzionare bene è utilizzare una combinazione di tag molto popolari, tag di uso medio e uno o due tag personalizzati per i tuoi libri.

Trai i più popolari nel mondo degli appassionati di libri sicuramente #instabook e #bookstagram.

4. Condividi i successi

Metti in risalto la qualità del tuo libro condividendo le foto di recensioni positive e ogni successo ottenuto dal tuo libro.

Hai scalato le classifiche di Amazon? Scatta una foto allo schermo e postala con un commento entusiasta!

Stai facendo una presentazione gremita di curiosi? Fai un bel collage di foto (c’è un’apposita funzione!) e postala – ovviamente con il consenso dei presenti!

Insomma, non perdere l’occasione di mostrare ai tuoi follower quanto il tuo libro sta piacendo.

5. Condividi estratti

Condividi i tuoi scritti prima e dopo la pubblicazione. Non solo scatti di pagine, ma fai una bella foto (o trovala su siti di immagini royalty free) e pubblicala con una citazione a fianco.

Instagram mette a disposizione strumenti anche per scrivere sull’immagine, altrimenti puoi modificarle in modo preventivo con strumenti come Canva.

Non c’è modo migliore per attirare i tuoi lettori che far leggere loro le tue parole!

6. Link

Una cosa che all’inizio può lasciare disorientati è che non si possono inserire link nel commento alle foto. Non importa se inserisci la URL del sito, questa non sarà cliccabile una volta pubblicata l’immagine.

Ti è consentito un solo link sul tuo account Instagram e si trova all’interno della tua biografia: sarà quindi accessibile solo a coloro che visiteranno il tuo profilo.

Come ovviare al problema?

Innanzitutto puoi utilizzare strumenti come Linktree, nato proprio per Instagram, permette di creare appunto un albero di link, reindirizzando gli utenti che cliccano sulla tua home a un menù dove puoi inserire i link che desideri.

Ma se il link lo vuoi sul posto? Al momento non c’è soluzione, puoi solo scriverlo e sperare che chi lo vede decida di copiarlo e visitarlo. Il consiglio è di creare collegamenti personalizzati facili da ricordare, ad esempio con Bitly, così che i potenziali possano ricordare il nome del collegamento e digitarlo nel loro telefono o sul pc. Con questa app, inoltre, sarete in grado di vedere quante persone fanno clic sul collegamento.

7. Condividi il tuo profilo

Questa è una regola che vale in assoluto per ogni social: fatti conoscere.

Dillo a tutti che hai un profilo Instagram, condividilo sugli altri social, scrivilo sul tuo blog, mettilo nella firma della tua email e nei tuoi forum, stampalo su segnalibri personalizzati.

Insomma, diffondi il verbo (anche se è un’immagine!)

Facci sapere cosa ne pensi...