6F

Fare Self: Come tradurre un libro a pagamento

Nella sesta puntata della rubrica Fare Self,  Michele Amitrani torna ad affrontare l’argomento traduzioni riprendendo la domanda di Isabel già analizzata nello scorso intervento:

“Vorrei qualche ulteriore consiglio/indicazione/esperienza sulla traduzione dei libri per il mercato estero.”

Una tematica ampia, che quindi Michele ha deciso di affrontare in due video. In questo entra nel dettaglio con qualche consiglio per chi è disposto a investire denaro per un risultato più professionale.

1) Usate siti come proz.com o upwork.com. Sono piattaforme con cui si possono assumere, tra le altre cose, anche traduttori. Inserite un annuncio, inviate un estratto di prova ai traduttori che rispondono, avendo cura di scegliere un madre lingua, e valutate la qualità. Solitamente, per un buon lavoro, difficile andare sotto 0,05€ a parola;

2) Contattate privatamente persone fidate o che conoscete: preferibile sempre affidarsi a traduttori bilingui capaci quindi non solo di scrivere bene nella lingua di destinazione, ma anche in grado di cogliere le diverse sfumature della lingua di partenza;

3) Chiedete ad altri autori indipendenti (attraverso forum, blog, gruppi Facebook, community di indie, ecc) di consigliarvi persone fidate che loro conoscono e che hanno utilizzato. Un gruppo Facebook da cui partire potrebbe essere Self Publishing Italia, curato dal nostro autore selezionato Gabriele Dolzadelli.

 

Hai una domanda?

Condividila con noi e ti daremo al più presto una risposta. Per farlo puoi:

  • inserire la domanda nei commenti a questo post;
  • puoi commentare un qualunque post sui social che riguarda Fare Self, ricordandoti di mettere sempre l’hashtag: #fareself;
  • potrai commentare i video di Michele Amitrani inserendo nuove domande;
  • oppure puoi scriverci a info@extraverginedautore.it

E attenzione! Anche questa volta per chi commenta questo video sul canale di Michele c’è una sorpresa! Quindi tirate fuori le vostre domande!

Facci sapere cosa ne pensi...