consigli-rapidi-finire-libro

12 rapidi consigli per finire il tuo libro

Lo avrai sentito dire molte volte: la parte più difficile del pubblicare un libro non è scriverlo. E tu, che sei lì bloccato a metà della sua opera e non sai come andare avanti, ti sarai sentito un po’ preso in giro.

Purtroppo, dietro questa affermazione c’è molto di vero: pubblicare, ma soprattutto raggiungere i lettori, sono imprese che ogni autore si troverà ad affrontare. Ma per arrivare ad affrontarle è indubbiamente vero che prima bisogna finire di scriverlo, il libro.

Ecco perché oggi voglio darti 12 rapidi consigli che ti aiuteranno a non lasciare incompiuta la tua opera.

1. Scrivi un libro più breve

L’idea di scrivere un capolavoro di 500 pagine può essere paralizzante e forse non è la cosa migliore per iniziare. Che ne dici, invece, di scrivere un breve libro di racconti, o magari di spezzare la tua storia in più parti? I progetti lunghi possono essere scoraggianti. Meglio iniziare in piccolo.

2. Scrivi solo un capitolo alla volta

Non sederti alla scrivania con l’intenzione di strafare. Prosegui passo passo, scrivendo un capitolo alla volta; usa magari Wattpad o condivi di volta in volta con gli iscritti alla tua mailing list.

3. Datti scadenze settimanali

Hai bisogno di un obiettivo, chiaro e preciso, meglio se settimanale. Fallo diventare il tuo metronomo che scandisce i tuoi progressi. Celebra i traguardi raggiunti senza perdere di vista ciò che è ancora da fare. Devi avere qualcosa a cui mirare e un modo per misurarti: avere scadenze è l’unico modo per portare a termine qualsiasi lavoro.

4. Non aspettare l’ispirazione

Alcuni giorni, è facile scrivere, ti metti davanti al computer e le dita si muovono da sole. Altri giorni invece è buio pesto! La verità è che l’ispirazione è semplicemente un sottoprodotto del tuo duro lavoro. Non puoi aspettarla, la Musa è una vagabonda che non si muoverà finché non sarai tu a farlo. Quindi mostrale chi comanda e mettiti all’opera con costanza.

5. Fatti una lista delle idee

L’ispirazione va alimentata costantemente con idee fresche. Leggi molto, guardati attorno con curiosità e utilizza un sistema per raccogliere, organizzare e ritrovare facilmente tutti gli appunti che ti sei preso. Puoi usare Evernote, ma anche appendere fogli sulla parete se per te funziona!

6. Non fermarti a fare modifiche

Riscrivere è una parte fondamentale nella lavorazione di un libro, ma non è questo il momento di farla. Ora il tuo obbiettivo è arrivare alla fine, quindi non fermarti a rileggere e correggere in continuazione, non essere troppo severo e non cercare la perfezione. A tutto questo penserai dopo, ora impegnati a mantenere un flusso costante nel tuo lavoro, a lasciar fluire le idee, così finirai prima e scriverai di più. Dopo sì che potrai tagliare e correggere!

7. Fai pause frequenti

Se sei costantemente stressato dal pensiero che il tuo libro è ancora incompiuto, finirai per cercare sollievo sfuggendone, cercando altro da fare, tradendo così il tuo programma. Invece, pianifica le pause in anticipo, in modo da rimanere più concentrato: pause di un minuto, pause di un’ora o anche più interruzioni al giorno. Potresti ad esempio provare la tecnica del pomodoro che ho già illustrato tempo fa.

8. Rimuovi le distrazioni

La vita moderna è piena di distrazioni, soprattutto quando sei seduto davanti a un pc. Prova strumenti come Byword, Scrivener o Bibisco per scrivere in un ambiente totalmente privo di distrazioni. Zittisci email, Facebook, Twitter e quant’altro minaccia di interrompere il tuo flusso di lavoro. Caccia via anche amici e parenti, se serve!

9. Scrivi dove altri stanno scrivendo

Se hai problemi a scrivere in modo costante da solo, farlo dove anche altre persone stanno lavorando potrebbe aiutarti. Una biblioteca o uno spazio di co-working, dove le persone lavorano e non socializzano, può aiutare. Se sei in un posto dove altre persone stanno facendo cose, allora non avrai altra scelta che unirti a loro.

10. Avvia un blog per ricevere un feedback in anticipo

Ottenere feedback in anticipo spesso aiuta a rompere gli indugi e a trovare la motivazione. Avvia un sito su WordPress o Tumblr e usalo per scrivere il tuo libro un capitolo o una scena alla volta. Quindi, alla fine, pubblica tutti i post in un libro cartaceo. Questo è un po’ diverso dal blogging tradizionale, ma valgono gli stessi concetti e potrebbe aiutarti a mantenere il tuo ritmo di lavoro, oltre che a trovare fan.

11. Preparati al fallimento

Mentre ti avvicini alla fine del tuo progetto, devi essere consapevole di una cosa: probabilmente fallirai. Anzi, quasi sicuramente fallirai. Forse il libro non verrà come lo avevi pensato, oppure sarà perfetto ma nessuno lo leggerà. Avrai molti modi per fallire, e se lo terrai bene a mente allora non fallirai mai. Perché è la determinazione il vero motore del successo.

12. Scrivi un altro libro

Molti autori sono imbarazzati quando pensano al loro primo libro. Io certamente lo sono. Ma senza quel primo libro, non imparerai mai quelle lezioni che solo la pratica può darti. Quindi, metti il ​​tuo lavoro là fuori, fallisci presto e riprova. Questo è l’unico modo per migliorare: continuare a scrivere.

 

2 thoughts on “12 rapidi consigli per finire il tuo libro

  • Calogero

    Fortunatamente il blocco dello scrittore l’ho sperimentato solo a piccolissime dosi. In genere ho il problema opposto: scrivo, scrivo, scrivo… sicché poi devo tagliare, tagliare, tagliare…
    Devo ammettere che la Musa con me è stata davvero generosa, anche se non sempre mi ha passato ideone da best seller.

    Rispondi
  • Pingback: Come nasce un libro? | Extravergine d'autore | Blog

Facci sapere cosa ne pensi...