Bibisco, l’open source italiano per i romanzieri

Per uno come me, abituato a scrivere con carta e matita, decidere di convertirsi completamente al digitale è stato un passo traumatico. Nessun raccoglitore ad anelli dove inserire appunti volanti, spunti improvvisi e capitoli interi. Solo fogli elettronici. Tenere insieme tutte le idee sì è rivelato subito più complesso del previsto.

Avevo sentito parlare di una soluzione, software dedicati agli scrittori con molte funzioni per organizzare il proprio romanzo, ma provandoli li ho sempre trovati troppo articolati o complessi, inadatti al mio modo di lavorare. Poi per caso mi sono imbattuto in bibisco, la cui freschezza e semplicità mi ha convinto.

Il mio nuovo romanzo sta crescendo grazie a questo software open source  gratuito, e anche per questo ho deciso di intervistare Andrea, il suo creatore.

Raccontaci brevemente di te…

Andrea Feccomandi, 41 anni, bolognese nato a Milano, papà innamorato dei suoi due bimbi e della loro mamma, ingegnere informatico, CTO di una software house bolognese, lettore vorace, appassionato di basket, ghiotto di musica, cinema, serie tv.

Adesso passiamo a bibisco, il tuo software dedicato alla scrittura. Come è nata l’idea?

Sin da piccolo ho amato leggere, ma intorno ai 20 anni mi assale un’urgenza di scrivere. Passo le serate di fronte al mio editor di testo, scrivendo una parola dietro l’altra, inseguendo quell’idea di storia che ho in mente. Ma ogni volta che rileggo ciò che ho scritto provo una profonda delusione: non capisco bene il perché, ma non funziona. Dopo parecchi tentativi abbandono l’impresa e mi dedico a terminare i miei studi di Ingegneria Informatica, a leggere e ad essere ventenne.

Molti anni dopo quell’urgenza di scrivere ritorna.

Questa volta però seguo un approccio diverso e inizio a studiare drammaturgia. E tutto diventa più chiaro.

Innanzitutto realizzo che l’idea del romanziere che scrive guidato solo dal sacro fuoco dell’ispirazione è piuttosto ingenua. Poi comprendo la lezione più importante. Il motore di ogni storia è il conflitto vissuto dai protagonisti: un bisogno interiore, un desiderio da realizzare o una situazione esterna a cui reagire. Senza conflitto dunque non esiste la storia. Ecco perché ciò che avevo scritto non funzionava!

Quindi, se tutto ruota attorno ai personaggi e al loro conflitto, è evidente che i romanzi possono funzionare solo se i personaggi sono credibili e questo avviene quando emerge la complessità della loro natura umana: pregi, difetti, contraddizioni. A questo punto mi è chiaro che per creare personaggi credibili è necessario conoscere a fondo tutto ciò che li caratterizza: aspetto fisico, modi di fare, psicologia, sociologia, idee, passioni, vita precedente all’inizio della storia.o

Scopro che il modo più divertente ed efficace per conoscere a fondo i miei personaggi è intervistarli.

Essendo uno sviluppatore, decido così di creare bibisco, un unico programma in cui sviluppare i personaggi mediante una lunga serie di domande, definire gli elementi architetturali del romanzo, organizzare capitoli e scene, scrivere con un editor di testo avanzato.

Descrivici le sue peculiarità.

bibisco è un’applicazione scaricabile per Linux, Mac e Windows.

bibisco è diviso in sezioni, ognuna delle quali è accessibile dal menu principale:

  • Nella sezione Progetto ci sono alcuni suggerimenti di drammaturgia che possono aiutare gli scrittori, specialmente i principianti a trovare il loro modo di lavorare.
  • Nella sezione Architettura è possibile definire gli elementi architetturali del romanzo: premessa, fabula, ambientazione del romanzo e linee narrative.
  • Nella sezione Personaggi si sviluppano i personaggi intervistandoli con una serie di domande su tutti gli aspetti del loro carattere e della loro vita.
  • Nella sezione Luoghi si descrivono tutti i luoghi che compaiono nel romanzo; ad ogni luogo è possibile associare una o più immagini.
  • Nella sezione Capitoli sono presenti tutti i capitoli del nostro romanzo. È possibile riorganizzare i capitoli mediante drag’n drop. Ogni capitolo è composto da una o più scene, anch’esse riorganizzabili all’interno del capitolo mediante drag’n drop.
    Per ogni scena bibisco conserva tutte le revisioni ed è sempre possibile visualizzare o ripristinare una revisione precedente di una scena.
    È possibile poi etichettare ogni scena con il tempo e il luogo in cui si svolge, i personaggi che vi compaiono, la linea narrativa a cui appartiene e il punto di vista utilizzato. Etichettando opportunamente le scene diventa molto utile la sezione analisi che permette di analizzare il romanzo indicando dove, quando e quanto spesso i personaggi, i luoghi, le linee narrative e i punti di vista compaiono nel nostro romanzo e in particolare in quali capitoli.
  • Nella sezione Esportazione è possibile esportare il romanzo in PDF e RTF, formato che permette di visualizzare il romanzo con Microsoft Word o LibreOffice.

Ad ogni elemento del nostro romanzo (capitolo, scena, scheda personaggio, scheda luogo, scheda linea narrativa, …) è associato un indicatore visuale dello stato della lavorazione. Di default l’indicatore è rosso (“tutto da fare”), ma può essere modificato in giallo (“da completare”) o verde (“completato”).

Infine bibisco permette di scrivere con un editor di testo completo, dotato di contatore di parole e caratteri, con tutti i comandi e le scorciatoie da tastiera classiche per il grassetto, il corsivo, il sottolineato e tutte le altre esigenze di formattazione. Ci sono anche comandi e scorciatoie per l’inserimento dei caporali.

Quali sono le principali differenze dagli altri software che si trovano in rete?

La principale differenza rispetto agli altri software è che bibisco mette al centro del processo di creazione del romanzo lo sviluppo dei personaggi.

Inoltre bibisco ha un’interfaccia semplice e pulita, di facile fruizione anche per i gli aspiranti scrittori alle prime armi.

Qual è la funzione più apprezzata dagli utenti?

Certamente è la funzionalità di creazione dei personaggi mediante un’intervista.

So che bibisco è tradotto in diverse lingue: come sta andando la distribuzione all’estero?

bibisco è attualmente tradotto in 8 lingue e ha più di 40.000 download. Non ho dati certi sulla percentuale di utenti esteri rispetto a quelli italiani, ma dai messaggi che ricevo e dalle recensioni che si trovano in rete, è particolarmente apprezzato negli USA e in Brasile.

Puoi svelarci quali sono gli sviluppi futuri del software?

Siamo solo all’inizio! Sto raccogliendo i preziosi suggerimenti degli utenti e nelle prossime versioni bibisco sarà arricchito di nuove e interessanti funzionalità.

E tu cosa ne dici, ti va di provare bibisco e raccontarci cosa ne pensi? Lo puoi scaricare qui, completamente gratis!

2 thoughts on “Bibisco, l’open source italiano per i romanzieri

Facci sapere cosa ne pensi...